Board Curatoriale 2021

Lorenzo Bruni, critico d’arte e curatore, dal 2000 coordina il progetto BASE / Progetti per l’arte di Firenze. Ha collaborato con importanti gallerie e istituzioni sia in Italia che all’estero, fra le quali il Museo KCCC  in Lithuania, il Museo RISO a Palermo, KARST a Plymouth, il Museo Pecci di Prato e il Museo 900 a Firenze. Attualmente insegna all’Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie di Roma.

Elisa Carollo, art advisor, è un’attenta analista delle nuove pratiche fieristiche e di mercato. Con un’esperienza di due anni a New York a seguito di un Master Degree in Art, Law And Business presso Christie’s New York,  è ora responsabile del nuovo dipartimento di Art Advisory di uno studio tributario e legale di Milano, dove ora vive e lavora.

Dobrila Denegri, storica dell’arte e curatrice con una lunga esperienza nei musei in Italia, Serbia e Polonia, è stata per cinque anni direttrice del Centro d’Arte Contemporanea di Torun, insegnando moda e design. Vive e lavora a Roma.

Kateryna Filyuk, curatrice e critica, dopo l’esperienza al corso per curatori De Appel Art Centre di Amsterdam, coordina la casa editrice 89books di Palermo, dedicata alla fotografia; ricopre il ruolo di curatrice della Fondazione Izolyatsia di Kiev, dove sperimenta nuove modalità di residenza per artisti.

Francesca Napoli è laureata in Storia dell’arte all’Università di Firenze. Nel 2007 si trasferisce a Parigi per conseguire il Master di specializzazione alla Sorbonne-Panthéon, dove intraprende un doppio cursus di studi sulle Politiche Culturali nel campo dell’Arte Contemporanea. Ha coordinato per diversi anni il Programma Culturale de l’HiCSA, diretto la piattaforma editoriale di Daily Art Fai e collaborato con numerose istituzioni parigine. Persuasa che l’arte restituisca una dimensione più umana al mondo dell’impresa costituendone un’apertura e un valore forte, nel 2019 Francesca fonda il progetto ART&CEO la cui missione è di affiancare creatività, cultura, innovazione e impresa.

Elda Oreto, storica e critica d’arte, dopo aver coordinato l’Arctic Svalbard Art Centre in Norvegia, è tornata a Berlino, dove ha fondato e diretto una galleria d’arte per tre anni, per poi dedicarsi alla scrittura e alla sperimentazione di nuove narrazioni ai tempi dei social media.

Utilizziamo i cookie per offrire i servizi e le funzionalità proposte dal nostro sito web e per migliorare l'esperienza degli utenti.