REGOLAMENTO GENERALE DI PARTECIPAZIONE 

THE OTHERS ART FAIR 2022

Art. 1 – Denominazione, sede, obiettivo, organizzazione

The Others – qui di seguito chiamata “Manifestazione” – si svolge a Torino. The Others, di seguito chiamata “Organizzazione”, organizza la Manifestazione nella sua totalità. L’Organizzazione si avvale di Comitati Consultivi, di seguito chiamati “Comitato Scientifico di consulenza”. L’iniziativa vuole realizzare, in appositi spazi espositivi assegnati in esclusiva agli Espositori, una coordinata rassegna d’arte contemporanea.

Art. 2 – Requisiti di ammissione

The Others ospita realtà profit e no profit che lavorano continuativamente su programmi dedicati a giovani artisti: gallerie, centri no profit, project spaces, fondazioni, associazioni, collettivi di artisti o curatori e artist-run spaces, residenze per artisti focalizzati sulla promozione e sullo sviluppo del panorama artistico emergente. Inoltre, collaborazioni con progetti editoriali, premi d’arte, accademie d’arte e spazi di design autoprodotto, rendono The Others una fiera con un punto di vista sull’arte a 360 gradi.

Art. 3 – Domanda di Partecipazione

  • Il documento contrattuale è costituito dalla Domanda di Partecipazione e dal presente Regolamento La Domanda di Partecipazione ed il Regolamento Generale verranno chiamati qui di seguito per comodità “Domanda di Partecipazione”. La richiesta di adesione deve essere sottoscritta dal legale rappresentante della ditta richiedente e sarà presa in considerazione solamente se compilata in ogni sua parte, debitamente firmata negli appositi spazi unitamente al timbro della ditta richiedente e presentata nei termini stabiliti. Le Domande di Partecipazione pervenute oltre il termine o incomplete verranno analizzate in coda alle domande inviate correttamente.
  • L’Espositore garantisce che le informazioni contenute nella Domanda di Partecipazione sono accurate ed
  • La Domanda di Partecipazione è soggetta all’accettazione come indicato all’Art.
  • La presentazione della Domanda di Partecipazione costituisce proposta irrevocabile per il richiedente e comporta l’accettazione del presente Regolamento Generale, nonché delle Norme Tecniche e di ogni altra norma relativa all’Organizzazione ed al funzionamento del complesso espositivo.
  • In caso di mancata selezione l’Organizzazione tratterà 50,00 € + IVA a titolo di copertura delle spese di gestione e della valutazione della

Art. 4 – Modalità di pagamento

  • Una caparra confirmatoria di 300,00 € + IVA dovrà accompagnare la Domanda di Partecipazione. Il versamento della somma prevista quale caparra confirmatoria a titolo di prenotazione non conferisce al richiedente alcun diritto all’accoglimento della Domanda di Partecipazione alla Manifestazione. Il saldo della partecipazione dovrà essere corrisposto entro il 9 ottobre 2022.
  • La fattura relativa verrà emessa a pagamento L’Organizzazione negherà l’occupazione dello spazio espositivo all’Espositore non in regola con i pagamenti. In caso di rinuncia dell’Espositore dopo l’avvenuta accettazione da parte della Comitato Scientifico di consulenza, sua mancata partecipazione, mancata tempestività nei pagamenti, l’Espositore sarà comunque obbligato al pagamento dell’intero corrispettivo nonchè alla penale di cui all’ Art.24. Ove possibile l’Organizzazione eliminerà dal catalogo e dal materiale promozionale il nominativo di tale Espositore.

Art. 5 – Accettazione

  • L’accettazione della Domanda di Partecipazione e l’assegnazione dello spazio espositivo sono rimesse all’insindacabile giudizio della Comitato Scientifico di consulenza in accordo con l’Organizzazione. La Domanda di Partecipazione avrà valore contrattuale ad avvenuta accettazione da parte della Comitato Scientifico di
  • Nel caso di mancata ammissione sarà data comunicazione scritta, senza necessità di motivazione, con restituzione di quanto versato, senza interessi eccetto la quota di 50,00 € + IVA a copertura delle spese di gestione della candidatura.
  • L’Organizzazione si riserva comunque la facoltà di modificare l’ubicazione e di ridurre o aumentare le dimensioni dello spazio espositivo L’eventuale modifica non darà diritto all’Espositore a sollevare alcuna eccezione, né al risarcimento di danni di qualsiasi genere.
  • L’ammissione potrà essere revocata in qualunque momento, ad insindacabile giudizio della Comitato Scientifico di consulenza in accordo con l’Organizzazione.

Art. 6 – Assegnazione dello spazio espositivo

L’assegnazione è effettuata secondo le esigenze organizzative, in funzione delle opere esposte ed è scelta dall’Organizzazione in accordo con la Comitato Scientifico di consulenza. Qualsiasi preferenza di localizzazione espressa sulla Domanda di Partecipazione verrà tenuta in considerazione ove possibile ma non sarà in alcun modo vincolante o condizionante per l’Organizzazione; l’assegnazione degli spazi espositivi è riservata all’Organizzazione, in accordo con la Comitato Scientifico di consulenza, che si riserva la facoltà di modificarne l’ubicazione anche se già assegnato, ove ciò si rendesse necessario per cause tecniche o per esigenze organizzative.

Art. 7 – Rinuncia

Dopo l’avvenuta accettazione da parte della Comitato Scientifico di consulenza il ritiro non è ammesso. L’Espositore sarà tenuto all’intero pagamento dovuto ferme le condizioni di cui all’Art.4 e all’Art.24.

Art. 8 – Cessione/Condivisione dello Spazio Espositivo

È fatto assoluto divieto agli Espositori di cedere ad altri a qualsiasi titolo tutto o parte dello spazio loro assegnato. Uno spazio condiviso sarà approvato solo a condizione che tutti i candidati per lo spazio espositivo siano già stati accettati dal Board Curatoriale. Ogni candidato deve presentare la domanda di partecipazione e il progetto espositivo. Ogni domanda deve essere accompagnata dalla caparra confirmatoria.

Art. 9 – Abbandono

L’Espositore non potrà abbandonare lo spazio espositivo nel corso della Manifestazione. Qualora l’Espositore abbandonasse lo spazio espositivo per qualsiasi motivo, l’Organizzazione avrà diritto di sgomberare a rischio e spese dell’Espositore qualsiasi materiale lasciato all’interno o all’esterno dello spazio espositivo, sul quale l’Espositore riconosce all’Organizzazione diritto di ritenzione fino al pagamento, da parte dell’Espositore, di tutto quanto dovuto, a qualsivoglia titolo nonché la penale di cui all’Art. 24.

Art. 10 – Esposizione dei prodotti

Nello spazio espositivo potranno essere esposte unicamente opere autentiche e di provenienza legittima, le pubblicazioni dell’Espositore. L’Espositore resta unico responsabile e garante dell’autenticità delle opere esposte. L’Organizzazione si riserva la facoltà di far rimuovere gli oggetti che, ad insindacabile giudizio della Comitato Scientifico di consulenza, non corrispondano alle dichiarazioni di cui al presente Articolo. In difetto l’Organizzazione potrà risolvere il contratto ai sensi dell’Art.1456 c.c.

Art. 11 – Rinvio, riduzione, mancato svolgimento

L’Organizzazione si riserva di fissare di volta in volta sede, tempi e modalità di svolgimento nonché ogni opportuna variazione alla Manifestazione compreso il cambio di sede. Nel caso in cui la Manifestazione non possa aver luogo per qualsiasi motivo e debba quindi essere rinviata o soppressa, anche nell’imminenza delle date previste, sarà esclusivamente rimborsata la somma versata, senza interessi e non potrà essere avanzata nei confronti dell’Organizzazione alcuna richiesta di danni o risarcimenti per qualsiasi titolo o causale. Nel caso in cui la Manifestazione dovesse per qualunque motivo subire un’anticipata chiusura o una temporanea sospensione, indipendentemente dalla volontà dell’Organizzazione, nessun indennizzo, risarcimento o restituzione sarà dovuto all’Espositore per nessun titolo o causale.

Art. 12 – Sorveglianza e pulizia

  • L’Organizzazione provvede ad un servizio generale di vigilanza per l’intero periodo della Manifestazione compresi i giorni previsti per l’allestimento e il
  • L’Organizzazione non risponde degli oggetti o merci lasciati incustoditi all’interno dello spazio espositivo durante le ore di apertura al pubblico della L’Organizzazione non risponde degli oggetti o merci che si trovano all’interno dello spazio espositivo durante le ore di chiusura al pubblico della Manifestazione.
  • L’Organizzazione, pur provvedendo per tutta la durata della Manifestazione ad un servizio generale di vigilanza, è esonerata da ogni e qualsiasi responsabilità in ordine a furti e/o danni che dovessero verificarsi a scapito dell’Espositore.
  • In nessun caso l’Organizzazione è tenuta a corrispondere ai partecipanti indennizzi di sorta, né sarà tenuta al risarcimento di danni a qualsiasi La custodia e la sorveglianza dello spazio espositivo, e di quanto in esso contenuto, durante le fasi di allestimento, apertura al pubblico e smontaggio compete all’Espositore.
  • L’Espositore si impegna a sorvegliare personalmente lo spazio espositivo da un’ora prima dell’apertura al pubblico della Manifestazione sino alla chiusura
  • L’ Organizzazione potrà richiedere la risoluzione del contratto ai sensi dell’Art. 1456 c.c. e il risarcimento dei danni nel caso in cui si dovesse riscontrare un mancato presidio dello spazio espositivo da parte di personale qualificato o l’inizio anticipato delle operazioni di smontaggio dello stesso.
  • L’Organizzazione provvede al servizio generale di pulizia degli spazi L’Espositore è tenuto a provvedere in proprio alla pulizia dello spazio espositivo assegnato. I tavoli messi a disposizione dall’organizzazione devono essere tenuti puliti da materiali estranei a quelli della comunicazione (dai cataloghi ai comunicati stampa e i supporti e strumenti vari per promozioni di attività artistica, progettuale dello spazio e dell’espositore in questione). Cibi e bevande possono essere consumate ma poi tenute in luoghi non visibili al pubblico, o riposti negli appositi cestini forniti per ogni espositore.

Art. 13 – Assicurazioni, responsabilità dell’Espositore ed esclusione di responsabilità dell’Organizzazione

  • L’Organizzazione stipula, con società assicuratrice da lei prescelta, una polizza di Responsabilità Civile per danni cagionati a
  • Ciascun Espositore, in relazione alle merci ed all’arredamento che introdurrà nell’ambito del sede espositiva e all’eventuale allestimento personalizzato è tenuto a stipulare con primaria compagnia, a propria cura e spese, assumendo a proprio carico le eventuali franchigie e esclusioni pattuite con l’assicuratore, un’assicurazione contro tutti i rischi, compreso il furto e danneggiamento, in qualsiasi forma e specie, così come definito dall’articolo 624 del P., l’incendio, infiltrazioni di acqua piovana o condotta, atti vandalici incluso il trasporto da e per la sede espositiva fino alla concorrenza della totalità della merce esposta. Dovrà inoltre contrarre ade- guata copertura assicurativa per la Responsabilità Civile verso terzi. Tutte le suddette coperture assicurative dovranno essere valide per tutto il periodo di permanenza dell’Espositore o dei suoi beni all’interno del quartiere espositivo, compreso l’orario di chiusura dei locali espositivi e di tutti i giorni previsti per l’allestimento e lo sgombero degli spazi espositivi e dovranno contenere la rinuncia dell’assicuratore ad ogni azione di regresso o di rivalsa nei confronti dell’Organizzazione e della sede espositiva o persona o società da essa designati e verso eventuali terzi responsabili.
  • L’Espositore, ove ne venga richiesto anche durante lo svolgimento della Manifestazione, dovrà depositare una copia delle polizze e copia di quietanza del relativo pagamento presso gli uffici della Segreteria Organizzativa.
  • L’Espositore sarà esclusivo responsabile di tutti i danni a qualsivoglia titolo e con qualsivoglia mezzo causati a terzi, ivi compresi l’Organizzazione e altri Espositori nel corso della L’Espositore assume altresì ogni responsabilità per i danni a qualsivoglia titolo e con qualsivoglia mezzo cagionati attribuibili a lui o da personale per suo conto operante, suoi dipendenti, ausiliari e/o collaboratori nel corso della Manifestazione, inclusi i danni provocati dagli allestimenti e/o dagli impianti eseguiti in proprio o da terzi da lui incaricati, anche se collaudati dall’Organizzazione.
  • L’Espositore, firmando la Domanda di Partecipazione, esonera da responsabilità l’Organizzazione e rinuncia a qualsiasi azione di

Art. 14 – Allestimento e riconsegna degli spazi espositivi

  • La sottoscrizione del presente contratto comporta l’accettazione delle Norme Tecniche che saranno comunicate all’Espositore dopo l’avvenuta
  • L’allestimento dello spazio espositivo assegnato dovrà essere effettuato nei giorni e negli orari indicati dall’Organizzazione e dovrà essere improrogabilmente terminato entro la data e gli orari indicati dall’Organizzazione. Il disallestimento inizierà negli orari e nei giorni indicati dall’Organizzazione e dovrà essere terminato nella data e negli orari indicati dall’Organizzazione.
  • Gli spazi espositivi dovranno essere riconsegnati nelle medesime condizioni in cui sono stati ricevuti, liberi da qualsiasi materiale non di proprietà dell’Organizzazione. Le spese di ripristino per eventuali danni causati alle strutture o installazioni saranno addebitate all’Espositore.

Art. 15 – Temporanea importazione

La temporanea importazione di merci o beni di provenienza estera per l’esposizione in occasione della Manifestazione dovrà avvenire a cura e spese dell’Espositore, tramite lo spedizioniere ufficiale se indicato dall’Organizzazione, o attraverso uno spedizioniere scelto dall’Espositore, con l’esonero di ogni responsabilità per l’operato dello spedizioniere ufficiale anche nei riguardi dell’Organizzazione.

Art. 16 – Catalogo

  • Tutte le informazioni sull’Espositore verranno pubblicate sul sito web della Manifestazione e pagine
  • La consegna della scheda catalogo dovrà avvenire entro e non oltre la data comunicata all’atto della
  • L’Espositore garantisce la veridicità delle informazioni pubblicate in catalogo, manlevando e tenendo indenne comunque l’Organizzazione nei confronti di qualsiasi
  • L’Organizzazione e/o l’eventuale concessionario e/o la tipografia incaricata della stampa non potranno in alcun modo essere ritenuti responsabili del risultato del catalogo, nonché degli errori od omissioni ove si verificassero, salvo per dolo o colpa grave.

Art. 17 – Divieti

È fatto rigoroso divieto per quanto segue:

  1. esporre e/o commercializzare opere o materiali di proprietà di altre aziende non partecipanti alla Manifestazione;
  2. qualsiasi forma di pubblicità o vendita ambulante nell’ambito della Manifestazione;
  3. l’impiego per qualsiasi scopo di altoparlanti e/o di dispositivi pubblicitari sonori;
  4. il richiamo di visitatori al proprio spazio espositivo con qualsiasi mezzo;
  5. la smobilitazione degli spazi espositivi prima del giorno e dell’ora di chiusura fissati dall’Organizzazione;
  6. l’ingresso nei padiglioni espositivi di animali in

Art. 18 – Diritto di riproduzione

L’Espositore non potrà opporsi a riproduzioni grafiche, fotografiche, video e/o cinematografiche degli spazi espositivi e dei presenti, né alla vendita di tali riproduzioni, se disposte dall’Organizzazione.

Art. 19 – Pubblicità

L’esercizio della pubblicità all’interno della Manifestazione in ogni sua forma, é riservato in via esclusiva all’Organizzazione o a chi da essa delegato.

È rigorosamente vietata qualunque forma di pubblicità come specificato nell’Art. 17. È altresì vietata fuori dallo spazio espositivo ogni attività che possa turbare o recare danno all’immagine dell’Organizzazione o al corretto svolgimento della Manifestazione. In difetto, l’Organizzazione potrà risolvere il contratto ai sensi dell’Art 1456 c.c. e richiedere il risarcimento dei danni.Con le firme apposte sulla Domanda di Partecipazione e sul presente Regolamento Generale, l’Espositore si impegna a prendere visione e a rispettare tutte le Norme Tecniche di allestimento, di prevenzione incendi e di allestimento dell’impianto elettrico. L’Espositore è altresì tenuto, qualora non dovesse entrare in possesso di dette norme, a farne, in tempo utile, esplicita richiesta all’Organizzazione. In caso di violazione di una qualunque delle Norme Tecniche da parte dell’Espositore, l’Organizzazione avrà facoltà di risolvere il contratto e in tal caso l’Espositore sarà tenuto al pagamento del corrispettivo e della penale di cui all’Art. 24.

Art. 20 – Privacy – Consenso D.Lgs. n. 196/2003 e successive modifiche

I dati forniti dall’Espositore nel modulo di Domanda di Partecipazione saranno oggetto di trattamento nel rispetto delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 196/2003 e del GDPR (Regolamento UE 2016/679). L’Espositore, con la sottoscrizione alla Domanda di Partecipazione consente che i dati personali conferiti possano essere utilizzati per operazioni di carattere amministrativo (fatturazione), statistico (in forma anonima) e promozionale (catalogo, sito, social network della Manifestazione).

Art. 21 – Norme integrative

L’Organizzazione si riserva di emanare tutte le disposizioni, anche modificative del presente Regolamento Generale, come tutte le norme successive allo stesso per il regolare funzionamento della Manifestazione, dandone preventiva comunicazione scritta. L’Espositore si impegna ad accettare preventivamente tali ulteriori norme e disposizioni con le firme apposte sulla Domanda di Partecipazione e sul presente Regolamento Generale.

Art. 22 – Norme tecniche

Con le firme apposte sulla Domanda di Partecipazione e sul presente Regolamento Generale, l’Espositore si impegna a prendere visione e a rispettare tutte le Norme Tecniche di allestimento, di prevenzione incendi e di allestimento dell’impianto elettrico. L’Espositore è altresì tenuto, qualora non dovesse entrare in possesso di dette norme, a farne, in tempo utile, esplicita richiesta all’Organizzazione. In caso di violazione di una qualunque delle Norme Tecniche da parte dell’Espositore, l’Organizzazione avrà facoltà di risolvere il contratto e in tal caso l’Espositore sarà tenuto al pagamento del corrispettivo e della penale di cui all’Art. 24.

Art. 23 – Osservanza di leggi e regolamenti

L’Espositore è tenuto a rispettare ogni disposizione di legge e regolamento applicabile tra cui si ricordano, in via esemplificativa: le norme a tutela del diritto d’autore, i regolamenti e la disciplina S.I.A.E., le disposizioni di pubblica sicurezza, le disposizioni in materia di prevenzioni incendi, infortuni, igiene del lavoro, sicurezza sul lavoro e in particolare a quanto previsto dal DL 626/94 e successive modifiche e integrazioni. Qualsiasi infrazione di leggi e regolamenti darà diritto all’Organizzazione di risolvere il contratto con l’Espositore ex Art. 1456 c.c. e in tal caso l’Espositore sarà tenuto al pagamento del corrispettivo e della penale di cui all’Art. 24.

Art. 24 – Penale – Modalità di risoluzione

Qualunque infrazione ad una clausola qualsiasi del presente Regolamento Generale potrà provocare l’esclusione, con effetto immediato, del partecipante contravventore, senza che ciò possa dare diritto a rimborso o indennità di sorta da parte dell’Organizzazione, fermo restando per la società organizzatrice il diritto all’intero corrispettivo dello spazio espositivo e all’eventuale risarcimento del danno. Più in particolare, qualora l’Espositore si rendesse inadempiente ad una delle obbligazioni di cui agli articoli 4 (Modalità di Pagamento), 7 (Rinuncia), 9 (Abbandono), egli sarà tenuto al pagamento di 2.500,00 € a titolo di penale nei confronti dell’Organizzazione. In ogni caso in cui è prevista dal Regolamento Generale la facoltà dell’Organizzatore di risolvere il contratto ex Art 1456 c.c., tale risoluzione conseguirà immediatamente dopo la comunicazione scritta dell’Organizzatore di volersi avvalere di detta facoltà. Qualora l’Organizzazione si avvalga della facoltà di risoluzione durante il corso della Manifestazione, l’Espositore dovrà immediatamente cessare ogni attività all’interno dello spazio espositivo e provvedere allo sgombero del medesimo nei tempi indicati dall’Organizzatore. L’Espositore rinuncia ad ogni eccezione in proposito. In caso di risoluzione del contratto per violazione delle norme regolamentari resta salvo il diritto dell’Organizzazione al risarcimento dei danni.

Art. 25 – Esecuzione provvisoria

Sorgendo controversie fra l’Organizzazione ed i singoli partecipanti, l’Organizzazione stessa avrà il diritto di procedere nell’esecuzione provvisoria dei suoi provvedimenti.

Art. 26 – Nullità parziale

L’eventuale nullità di uno degli articoli del Regolamento Generale o di una delle loro parti, non inficerà la validità dei restanti articoli o delle loro parti.

Art. 27 – Lingua prevalente

Il presente Regolamento Generale e la Domanda di Partecipazione sono redatti in italiano e in inglese, in caso di discordanza prevarrà il testo italiano.

Art. 28 – Foro competente

A tutti gli effetti di legge, per le risoluzioni delle eventuali controversie giudiziarie relative o connesse al presente Regolamento Generale o che derivino dalla partecipazione dell’Espositore alla Manifestazione, è esclusivamente competente il Foro di Torino ove ha sede legale The Others con esclusione di qualsiasi altro foro.